Vittoria del Romagna RFC

Vittoria del Romagna RFC nella prima giornata di campionato, che sovrasta il Vasari Rugby Arezzo, vincendo per 45 a 3.
Ottimo quindi l’esordio dei ragazzi di Urbani, che uniscono ad una forte mischia, un ottimo movimento della linea arretrata. 7 le mete in una partita che ha appassionato e divertito i molti tifosi accorsi al campo di via Montefiore di Cesena.
Da migliorare forse l’aspetto legato al rispetto delle regole (da segnalare anche il giallo per Grassi) e forse un po’ di inaccuratezza nelle rimesse laterali.
Punteggio pieno quindi e campionato iniziato con 5 punti.

Resoconto dell’incontro:

Una calda giornata di inizio autunno saluta l’esordio del Romagna RFC sul campo casalingo di via Montefiore a Cesena. Numeroso è il pubblico sugli spalti che ne ha approfittato per godere del preannunciato spettacolo e poter vedere i numerosi cambiamenti avvenuti nella squadra rispetto alla scorsa stagione.

È una squadra, quella guidata da Francesco Urbani e capitanata da Scozzatti, che dal primo momento impegna molto duramente gli avversari del Vasari Rugby Arezzo, soprattutto sotto l’aspetto fisico. Il gioco non decolla nei primi 20 minuti di gioco, e si sviluppa principalmente nella parte centrale del campo: due calci di punizione a favore dei padroni di casa, concessi al 5° ed al 9° minuto non sono però convertiti in punti da Soldati. Qualche errore di troppo, soprattutto sulle rimesse laterali, e la troppa esuberanza sui punti di incontro, spesso non controllata e punita dal direttore di gara con numerosi calci di punizione, portano gli ospiti ad avere una ghiotta occasione a ridosso della linea di meta, in seguito ad una punizione battuta veloce. I ragazzi del Romagna RFC resistono, concedendo però un ulteriore calcio di punizione, che il Vasari Rugby Arezzo sfrutta immediatamente portandosi sul punteggio di 0 a 3.

La reazione del Romagna non si fa però attendere: dopo aver rubato una touche all’altezza dei 22 metri avversari, i padroni di casa riescono infatti a creare una superiorità numerica al largo che permette a Babbi di segnare al 23° la prima meta della stagione (meta non trasformata dallo stesso Babbi). Il punteggio passa quindi a 5 a 3 in favore dei romagnoli. È ancora una touche che porta, dopo l’organizzazione di una maul, la segnatura di Pias, al 27° del primo tempo (trasformazione a segno di Babbi), per passare ad un punteggio di 12 a 3.

Gli ultimi 10 minuti del primo tempo vedono una fase un po’ contraddittoria, con il Romagna che commette troppi errori di leggerezza, concedendo troppe punizioni agli avversari. Al 30° l’Arezzo sbaglia un calcio di punizione da posizione favorevole ed in seguito, al 32°, il Romagna risolve una brutta situazione nei propri 22 grazie ad un velo degli avversari.

L’intervallo vede i primi cambi: escono Cotignoli e Di Vito ed entrano Grassi e Ambrosino.

L’Arezzo va subito in avanti, procurandosi (e sbagliando) un calcio di punizione al 1° minuto. Il Romagna però, gestisce meglio il gioco, riportandosi subito nella metà campo avversaria: i giocatori di casa mostrano più determinazione nell’area del contatto e nei placcaggi, recuperando spesso il possesso e sovrastando fisicamente gli avversari.

Al 4° minuto è Medri ad andare in meta (trasformazione a segno di Babbi) con lo sviluppo di un’azione al largo dopo una tousche in zona offensiva. È 19 a 3 per il Romagna RFC.

I numerosi falli portano all’8° minuto ad un giallo per l’appena entrato Grassi; fortunatamente per i colori casalinghi l’Arezzo continua a sbagliare dalla piazzola ed il punteggio rimane invariato.

È proprio nel momento della difficoltà, in 14 contro 15, che il Romagna si ricompone e mostra un gioco bene ordinato. Al 12°, ancora dallo sviluppo di una rimessa laterale è Simone Cossu a segnare la meta (trasformata da Babbi), in un’azione che ha visto due splendidi ricicli di Martinelli e Scozzatti. Il punteggio passa sul 26 a 3, ed arriva anche la sicurezza di un punto di bonus.

Tra il 13° ed il 22° Urbani effettua quattro importanti cambi, facendo entrare Magnani, Molino, Qeli e Gollinucci, rispettivamente per Cuccari, Cossu Simone, Scozzatti e Babbi.

La supremazia del Romagna RFC continua, e porta alla segnatura di altre tre mete. Al 24° Martinelli elude la difesa del Vasari Rugby Arezzo dopo una palla aperta da una mischia ordinata al centro del campo, per scappare sulla parte destra del campo e servire poi Amato, bravo a correre la linea giusta di sostegno ed a schiacciare il pallone in meta (trasformata da Soldati).

È invece una prova di forza la meta di Fantini al 30°: Matteo raccoglie la palla dalla base della mischia ordinata, a circa 10 metri dalla linea di meta avversaria e travolge i difensori, portandoli con sé in meta (non trasformata da Soldati).

L’ultima segnatura è frutto della grande pressione difensiva imposta dalla linea dei tre quarti del Romagna, sempre avanzante durante l’incontro, e del lavoro individuale di Gollinucci, che ribatte un calcio del mediano di mischia avversario, raccoglie la palla e vola in mezzo ai pali (meta trasformata da Soldati), per chiudere l’incontro sul 45 a 3 finale.

È stato un Romagna RFC divertente, soprattutto nel secondo tempo, che forse ha dovuto superare l’emozione iniziale che c’è sempre quando si parte per una nuova avventura. Pochissimi errori nella gestione del pallone e molto aggressivo il comportamento dei giocatori in situazioni difensive. Buone le mischie ordinate, anche se a tratti non  si è riusciti a sfruttare la netta dominanza in questa fase di gioco. Non benissimo invece le rimesse laterali: servirà forse ancora un po’ di tempo ai giocatori per acquisire confidenza con i nuovi elementi inseriti nella rosa a partire da questa stagione. Molte le punizioni concesse: un dato, questo, che potrebbe diventare pericoloso quando gli avversari da affrontare saranno di una caratura maggiore. Ottima invece l’organizzazione difensiva: non solo non è stata concessa nemmeno una meta, ma la concentrazione è sempre stata alta e la difesa spesso vincente nei confronti degli avversari.

Formazione del Romagna RFC

  1. Cossu Simone
  2. Cossu Emanuele
  3. Di Vito
  4. Cotignoli
  5. De Gennaro
  6. Fantini
  7. Pias
  8. Scozzatti
  9. Soldati
  10. Martinelli
  11. Babbi
  12. Cuccari
  13. Amato
  14. Medri
  15. Donati

Sostituzioni:

  • Ambrosino
  • Gai
  • Gollinucci
  • Grassi
  • Magnani
  • Molino
  • Qeli

Marcature:

  • Mete: Amato (1), Babbi (1), Cossu S.(1), Gollinucci (1), Fantini (1), Medri (1), Pias (1).
  • Trasformazioni: Babbi (3/4), Soldati (2/3).
  • Calci di Punizione: Soldati (0/2).
  • Drop: Soldati (0/1).