Ritorno in campo senza punti per i galletti: il Pesaro ha la meglio per 34-18

Ritorno in campo senza punti per i galletti: il Pesaro ha la meglio per 34-18

Il derby ovale del’Adriatico tra Romagna e Pesaro se lo aggiudica il Pesaro Rugby, che allo Stadio del Rugby di Cesena ha la meglio per 34-18. Una bella cornice di pubblico ha accompagnato le due squadre in questo ritorno in campo dopo due mesi di stop e in questo confronto sempre molto sentito da ambo le parti: se all’andata erano stati i galletti ad avere la meglio, in questa gara di ritorno sono invece i marchigiani ad aggiudicarsi il trofeo “Adriatic Cup”e a portare a casa il bottino pieno con 4 mete segnate.

Fin dalle prime battute il Pesaro si mostra più aggressivo, trovando già al 3’ di gioco la meta del vantaggio dagli sviluppi di un’azione di maul, e arrotondando poco dopo con un calcio piazzato. A complicare l’avvio della partita dei romagnoli arriva un cartellino giallo, ai danni di Maroncelli, e così al 15’ il Pesaro ne approfitta per trovare un altro affondo con Boccarossa, che regala ai suoi la seconda meta della giornata. I galletti provano a rispondere con un calcio piazzato che Giannuli manda tra i pali, ma è ancora il Pesaro ad essere più incisivo e a bucare ancora la difesa romagnola con la meta di Antonelli, di nuovo trasformata da Joubert per il 24-3 di metà parziale.

Il ritmo in campo è vivace, il Romagna si affaccia nella metà campo avversaria ma non trova l’occasione giusta per andare in meta e un altro calcio di punizione affidato al piede di Giannuli non basta per accorciare il gap: il primo tempo si conclude con gli ospiti avanti per 24-6.

Nella ripresa il Romagna parte con il piglio giusto: al 3’ Tauro trova il varco giusto per la prima meta di marca romagnola. Il momento è buono per i galletti, che si portano all’attacco cercando di far valere la doppia superiorità numerica per i due cartellini gialli rimediati dal Pesaro, senza però riuscire ad approfittarne per capitalizzare punti: qualche imprecisione di troppo da parte dei romagnoli e una attenta difesa del Pesaro lasciano la situazione bloccata fino a metà parziale, quando un calcio di punizione dà agli ospiti la possibilità di allungare ancora e di portarsi sul 27-11. A chiudere i conti arriva, al 30’, la meta di Erbolini, che consegna così ai suoi il bonus offensivo. Nel finale c’è spazio anche per una meta dei romagnoli, messa a segno da Maroncelli e trasformata da Giannuli, per il 34-18 finale.

Il ritorno in campo dopo due mesi di stop si chiude dunque senza punti per i galletti, che domenica torneranno sul campo di casa per il recupero della partita con il Noceto, un’altra prova ostica da affrontare con attenzione.

 

Tabellino della partita

Campionato di Serie A 2021-22 (girone 3) –II giornata ritorno

Domenica 20 febbraio 2022, Stadio del Rugby di Cesena

Amatori Catania – Romagna RFC 18-34 (mete 1-4; primo tempo 6-24; punti conquistati 0-5)

Romagna RFC: Giannuli, Donati (15’ st Bastianelli) , Fiori, Vincic (16’ st Di Lena), Tauro, Martinelli, Sergi (15’ st Onofri), Maroncelli, Scermino (15’ st Buzzone) Lamptey, Baldassarri, Sgarzi (15’ st Marini), Mazzone (15’ st Coppola) Manuzi (21’ st Sparaventi), Lepenne (13’ st Fantini).

All: Luci

Pesaro Rugby: Natalia, Nardini, Dixon, Dell’Acqua (27’ st Ceccolini), Erbolini, Joubert, Boccarossa, Antonelli, Villarosa, Ferrari, Venturini (3’ st Campagnolo), Ruffini, Tripodo (Dal Pozzo), Solari (Galdelli), Leva (28’ pt Maccan). A disp: D’Addio, Cardellini, Jaouhari. All. Allori

 

Arbitro: Merli

 

Marcature:

Primo tempo: 3’ m Solari tr Joubert (0-7), 8’ cp Joubert (0-10), 15’ m Boccarossa tr Joubert (0-17), 17’ cp Giannuli (3-17), 19’ m Antonelli tr Joubert (3-24), 35’ cp Giannuli (6-24)

Secondo tempo: 4’ m Tauro nt (11-24), 21’ cp Joubert (11-27), 30’ m Erbolini tr Joubert (11-34), 38’ m Maroncelli tr Giannuli (18-34)

Cartellini: 10’ pt giallo Maroncelli, 4’ st giallo Maccan, 8’ st giallo Solari

 

Calciatori: Giannuli (Romagna) 3/4, Joubert 6/6 (Pesaro)

 

Note: spettatori circa 350, sereno, terreno in buone condizioni. PLB Man of the Match: Ferrari (Pesaro)