Incontro dei presidenti dei Club della Franchigia

Incontro dei presidenti dei Club della Franchigia

Il 2020 della Franchigia Romagna Rugby è iniziato con l’incontro che ieri sera all’Osteria della Sghisa di Faenza ha visto riuniti presidenti e dirigenti dei club di Cesena, Faenza, Forlì, Forlimpopoli, Imola, Lugo, Ravenna, Rimini e San Marino. Con tutte le realtà aderenti al progetto della Franchigia rappresentate, l’incontro è stato l’occasione per fare un bilancio sull’anno appena trascorso.
Se sul fronte dei risultati sportivi spicca la doppia promozione del Romagna RFC in Serie A e dell’Imola in Serie B e se dal punto di vista numerico il movimento si è confermato solido e radicato su tutto il territorio, il 2019 ha visto la Franchigia raggiungere un altro importante traguardo condiviso, ovvero la creazione della squadra femminile del Romagna RFC.
È quanto ha sottolineato il presidente del Romagna RFC Giacomo Berdondini: “Il 2019 è stato un anno particolarmente significativo per il nostro progetto, una realtà unica nel suo genere e in continua evoluzione. Facendo sistema e aiutandosi reciprocamente il nostro movimento è riuscito a superare le difficoltà e ad affrontare nuove sfide, come ha dimostrato lo sviluppo del progetto femminile, una grande opportunità di crescita per tutta la nostra Franchigia.
Pensando al duplice obiettivo alla base del nostro progetto, ovvero rappresentare a livello nazionale il rugby romagnolo contribuire allo sviluppo dei club sul territorio, il 2019 si è chiuso in positivo. Abbiamo conquistato la promozione in Serie A con una squadra interamente composta dai giocatori del nostro vivaio, un gruppo che sente l’appartenenza a questo territorio e al progetto e con cui abbiamo deciso di affrontare la nuova categoria. Al di là dei risultati di questa prima parte della stagione siamo convinti di questa scelta e siamo convinti che presto raccoglieremo i frutti del percorso di crescita che stiamo portando avanti.”
Nell’ottica di mantenere vivo il confronto e la collaborazione tra i club, a conclusione dell’incontro è stata annunciata la costituzione di un gruppo di lavoro composto da rappresentanti di tutte le società per la gestione e sviluppo di criticità e progetti trasversali.